top of page

Straordinaria specchiera veneziana del Settecento.

Straordinaria specchiera in legno intagliato, laccato e dorato. Fascia lievemente bombata con decori fogliacei in lacca policroma e intarsi in madreperla, fregi intagliati e fogliati agli angoli, cimasa sagomata, bombata, dorata e anch'essa con inserti in madreperla.

Epoca:

inizi secolo XVIII

Provenienza:

Venezia acqua

Materiale: legno laccato, dorato e inserti originali in madreperla

Stile: Luigi XIV

Prezzo:

29000 €

Richiedi più informazioni

PRIVACY

Dichiaro di avere compiuto compiuto sedici anni, e se minore di sedici, di essere stato autorizzato dal titolare della responsabilità genitoriale, pertanto acconsento al trattamento dei miei dati personali così come indicato nella Privacy Policy.

COMUNICAZIONI

Acconsento al trattamento dei miei dati personali. Per l’inoltro della newsletter, le comunicazioni via telefono (sms, WhatsApp, telefonata vocale)

Venezia acqua

Il mobile veneziano “ Venezia acqua ” in gergo antiquario, è molto più raffinato e di qualità assai superiore rispetto al mobile veneto, che rimane vincolato alle flessioni provinciali dell’area circostante Venezia.

Lavorazione lacca - madreperla

All interno del contesto europeo è da considerarsi prerogativa precipua di Venezia il raffinatissimo connubbio lacca - madreperla che, nel trapasso fra Sei e Settecento, s'impone nell'arredo come soluzione decorativa ricercata e di grande effetto. Per "lavori alla chinese e madreperla" in quegli anni andava famoso Domenico Rossetti ( Venezia, 1650 - Verona, 1736 ), eclettico architetto, incisore, intagliatore ed intarsiatore, che a Venezia aveva realizzato "una stanza nella casa di Angelo Nicolosi cancellier grande, con diversi lavori alla chinese, vernici, intagli e rimessi di madreperla: opera mirabile per la carità dell'invenzione e della esecuzione". Che le botteghe veneziane fossero specializzate in tale pregevole intarsio su sfondi scuri laccati è confermato, fra l'altro, dal Crocifisso della chiesa di San Fantin, San Zaccaria e Santo Stefano. Inserti in madreperla rifiniscono, ancora, la fastosa ossatura lignea della Madonna del Rosario nella Chiesa dei Gesuati, opera di primo '700 per la quale esiste un disegno preparatorio di Andrea Brustolon. Dovrebbe essere pressochè coeva la preziosa cornice da specchio illustrata in figura 15 de " Le lacche dei Veneziani " C. Santini. Un'analoga complessione connota, in epoca di poco successiva, la Specchiera della collezione Castelbarco Albani di Milano, pubblicata da Levy, come appaiono del tutto simili, ma di più sobrio impianto, una cornice del Museo Civico di Trieste ed un'altra conservata nella Nàrodni Galerie di Praga. Sotto il profilo strettamente iconografico - ornamentale, questi ultimi pezzi, cui pertiene la compendia eleganza espressiva dei prodotti licenziati dai "depentori alla cinese" agli esordi del Settecento, rientrano a pieno titolo nel primo periodo della chinoiseries, conclusosi, grossomodo, entro la prima decade del XVIII secolo.

Bibliografia di comparazione: Le lacche dei Veneziani. C. Santini; Mille Mobili Veneti C. Santini; Levy, II, 1967, tav.239. :

Schermata 2023-02-15 alle 17.32.32.png

Dettagli

Specchiera veneziana, dettaglio cimasa

La cimasa

A differenza di altri esemplari simili in questo caso anche la cimasa, come la cornice, è decorata con intarsi in madreperla coevi dell'epoca.

Clara Santini, Le lacche dei veneziani

Bibliografia di riferimento

Come utile comparazione è possibile visionare alla pagina 23, figura 15, del libro di Clara Santini, "Le Lacche dei veneziani", una specchiera veneziana in madreperla molto simile alla nostra.

Specchiera veneziana con intarsi in madreperla

Specchio originale

Lo specchio è originale del XVIII secolo e coevo alla cornice e alla cimasa anch'esse originali del '700.

Misure e materiali

Materiali:

legno intagliato, laccato e dorato. Intarsi coevi in madreperla.

Misure:

h: 116 x l: 73 cm

 

Consegna e trasporto

La consegna sarà supervisionata personalmente. Ci affidiamo solo a corrieri esperti specializzati al trasporto di opere d'arte di antiquariato. Il tutto per garantirvi sempre la massima tranquillità e la consegna nel minor tempo possibile. Siamo in grado di organizzare le spedizioni sia in Italia che all'estero.

Pagamenti

I nostri prodotti possono essere comodamente pagati mediante bonifico, o assegno, o contanti nei limiti di legge.

bottom of page