top of page

Coppia di specchierine in maiolica, Settecento

Questa bellissima coppia di specchierine in maiolica sono state fatte in Veneto nel Settecento. Presentano una cornice sagomata in maiolica bianca con fiori arricchita con dorature. Alla base un mascherone dalla cui bocca si dipartono due candelieri in metallo dipinto, anch'essi originali del XVIII secolo. I paralumi sono nuovi e recentemente aggiunti. Al centro entrambe presentano un vetro inciso alla lavorazione al mercurio anch'esso originale de Settecento.

Sul retro un legno sostenitivo è stato aggiunto posteriormente.

Epoca: Settecento

 

Provenienza: Veneto

Materiale: ceramica (maiolica), metallo dipinto, vetro inciso

Stile: Luigi XV

Prezzo:

Richiedi più informazioni

PRIVACY

Dichiaro di avere compiuto compiuto sedici anni, e se minore di sedici, di essere stato autorizzato dal titolare della responsabilità genitoriale, pertanto acconsento al trattamento dei miei dati personali così come indicato nella Privacy Policy.

COMUNICAZIONI

Acconsento al trattamento dei miei dati personali. Per l’inoltro della newsletter, le comunicazioni via telefono (sms, WhatsApp, telefonata vocale)

Ambientazione

La loro conformazione e misura ne permette una ambientazione ubiquitaria.

La loro natura "in coppia" chiamerebbe o l’ambientazione come tale o ai lati di un salone, o lungo un corridoio, o ai lati di un mobile con due gueridon sottostanti.

Nel caso non si disponga di spazio a sufficienza è anche possibile ambientarle in due diversi ambienti della casa.

Il fatto di possedere la “coppia” è sempre un fattore che incide in positivo nell’ aumento del valore dell’oggetto durante il corso degli anni.

Il Settecento e lo sviluppo della ceramica a Nove

Le origini storiche della ceramica di Nove risalgono al secolo XVIII°, e più precisamente alla metà di esso, quando gli organi preposti dalla Serenissima Repubblica alla gestione economica incentivarono e promossero la nascita di manifatture del settore per contrastare l’importazione di ceramiche da altri centri, quali soprattutto Lodi, Faenza e Genova.

Nacque così la prima manifattura ceramica, quella dei Manardi di Bassano del Grappa. A Rivarotta, tra Angarano e Nove, nel 1719 fu stipulato il patto societario tra Giovanni Battista Antonibon e Giovanni Maria Moretto, al fine di organizzare un “negozio di cristallina” e usare i suoi mulini a Rivarotta.

Nel 1727 verrà fondata la ditta Antonibon a Nove, la quale, ottenuto nel 1732 dal Senato della Serenissima il privilegio dell’esenzione da tutti i dazi per vent’anni e il diritto di aprire un negozio a Venezia, divenne la fabbrica di ceramiche più importante della Repubblica Veneta.

Nel 1762 Pasquale Antonibon ottenne in concessione dal Senato della Serenissima gli stessi privilegi per la commercializzazione della porcellana già ottenuti pochi anni prima dagli Hewelcke a Udine e poi a Venezia. La ditta Antonibon fu la quinta in Italia a produrre la porcellana, dopo quella dei Vezzi (1720-27), di Doccia (dal 1737), di Capodimonte (dal 1743) e degli Hewelcke (1757-1765).

Fine ‘700: la terraglia e la maiolica
Dal 1786 Giovanni Maria Baccin avviò la produzione della “terraglia ad uso inglese”, che si ottiene aggiungendo all’argilla plastica carbonato di calcio e di magnesio e silice. Un materiale meno costoso rispetto alla porcellana, di color bianco. Si realizzano diverse tipologie di oggetti: dalle giardiniere, ai sottobicchieri, alla tazza con piatto, ai cestini con tecnica cosiddetta “a spaghetto”, a vasi con decoro in bleu tipo Delft.

 

Dettagli:

Specchiera_Sinistra_2_edited_edited.jpg

Figura di Cavaliere inciso del Settecento

L'incisione originale del Settecento del vetro inciso della specchierina sinistra presenta la figura di un cavaliere. La testa è rivolta verso sinistra a "guardare" la figura di dama della specchiera destra.

Specchiere_Render.jpg

Ambientazione

La loro conformazione ed il loro colore ne permette una ambientazioneanche in un contesto moderno.

Specchiera_Destra_2_edited.jpg

FIgura di Dama incisa del Settecento

L'incisione originale del Settecento della specchierina destra raffigura una dama con la testa rivolta verso destra a "guardare" la figura di cavaliere della specchierina sinistra.

Candelabri_1.jpg

Reggi candele

I reggi candele sono in metallo dipinto e anch'essi originali del XVIII secolo.

Dimensioni:

h: 68; l: 36 [cm]

Consegna e trasporto

La consegna sarà supervisionata personalmente. Ci affidiamo solo a corrieri esperti specializzati al trasporto di opere d'arte di antiquariato. Il tutto per garantirvi sempre la massima tranquillità e la consegna nel minor tempo possibile. Siamo in grado di organizzare le spedizioni sia in Italia che all'estero.

Pagamenti

I nostri prodotti possono essere comodamente pagati mediante bonifico, o assegno, o contanti nei limiti di legge.

bottom of page